L’industria assicurativa nel 2023: pagati quasi 100 miliardi di euro per danni da catastrofi naturali

L'Industria Assicurativa Nel 2023: Pagati Quasi 100 Miliardi Di Euro Per Danni Da Catastrofi Naturali L'Industria Assicurativa Nel 2023: Pagati Quasi 100 Miliardi Di Euro Per Danni Da Catastrofi Naturali
L'industria assicurativa nel 2023: pagati quasi 100 miliardi di euro per danni da catastrofi naturali - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 2 Luglio 2024 by Donatella Ercolano

Nel corso del 2023, l’industria assicurativa mondiale ha dovuto affrontare una spesa considerevole per fronteggiare i danni provocati da catastrofi naturali, raggiungendo quasi 100 miliardi di euro. In particolare, in Italia si è registrato un picco storico di danni assicurati, superando 6 miliardi di euro.

Impatto del cambiamento climatico sui sinistri assicurativi

La presidente dell’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici , Maria Bianca Farina, ha sottolineato che il cambiamento climatico rappresenta una sfida cruciale per il settore assicurativo. Le catastrofi naturali si sono rivelate sempre più estreme, frequenti e distruttive, mettendo a rischio un numero crescente di individui e beni.

Riduzione del gap sui premi Rc Auto in Italia

Nel corso dell’anno passato, il gap del premio medio sulla Responsabilità Civile Auto in Italia è sceso a 36 euro, raggiungendo il livello minimo degli ultimi anni. Questa riduzione rappresenta un notevole calo rispetto ai 213 euro della media registrata tra il 2008 e il 2012. La presidente dell’Ania ha evidenziato che, nonostante undici anni di diminuzione del volume premi Rc Auto, l’aggregato è aumentato del 4,3%.

Investimenti delle compagnie assicurative: focus sui titoli di Stato

Complessivamente, gli investimenti delle compagnie assicurative hanno raggiunto quasi 960 miliardi di euro, di cui circa 250 miliardi investiti in titoli di Stato italiani. Nel 2023, le imprese assicurative hanno confermato il loro ruolo di principali investitori istituzionali in Italia, rappresentando il 14% del risparmio delle famiglie italiane alla fine dell’anno.

Andamento dei premi nel settore assicurativo

Nel corso del 2023, il settore assicurativo ha registrato un volume totale di premi pari a 130 miliardi di euro, in linea con l’anno precedente. Tuttavia, si è evidenziata una riduzione del 3,5% nella raccolta del comparto vita, principalmente causata dalla contrazione dei premi per le polizze unit linked . Per quanto riguarda il comparto danni, invece, i premi sono aumentati del 6,6% rispetto al 2022.

Focus sull’offerta dei prodotti tradizionali nel comparto vita

Nel comparto vita, si è registrato un aumento dei premi per i prodotti tradizionali rispetto all’anno precedente, con una crescita dell’9,2% per il ramo I. Questa dinamica ha contribuito a contenere il deflusso netto delle risorse nel 2023 e ha portato a una raccolta netta positiva per le polizze tradizionali nel mese di aprile, per la prima volta dalla fine del 2022.

In sintesi, il settore assicurativo ha affrontato sfide significative nel corso del 2023, con impatti rilevanti da parte delle catastrofi naturali e delle dinamiche di mercato interne ed esterne. Lo scenario si presenta complesso, ma le imprese assicurative si stanno adeguando a una realtà in continua evoluzione.

Approfondimenti

    1. Industria assicurativa mondiale:
    – L’industria assicurativa mondiale rappresenta il complesso di tutte le società che offrono servizi di assicurazione a livello globale. È un settore cruciale per garantire la copertura dei danni e dei rischi che possono colpire individui, famiglie e imprese in diversi contesti.

    2. Catastrofi naturali:
    – Le catastrofi naturali sono eventi come terremoti, inondazioni, uragani e incendi che provocano danni estesi e gravi alla popolazione e all’ambiente. Negli ultimi anni, a causa del cambiamento climatico, si è registrato un aumento sia della frequenza che dell’intensità di questi disastri.

    3. Italia:
    – L’Italia è un paese situato in Europa meridionale ed è noto per la sua ricca storia, cultura e paesaggi mozzafiato. Ha un’economia variegata e un settore assicurativo consolidato.
    4. Maria Bianca Farina:
    – Maria Bianca Farina è la presidente dell’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici (Ania) ed è una figura di rilievo nel settore assicurativo italiano.
    5. Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici (Ania):
    – L’Ania è l’ente che rappresenta le imprese assicuratrici in Italia, svolgendo un ruolo chiave nella regolamentazione e nella promozione dello sviluppo del settore assicurativo nel Paese.
    6. Cambiamento climatico:
    – Il cambiamento climatico si riferisce alle variazioni a lungo termine nei modelli meteorologici e climatici del pianeta, causati principalmente dall’attività umana. Questo fenomeno sta aumentando la frequenza e l’intensità delle catastrofi naturali.
    7. Responsabilità Civile Auto (Rc Auto):
    – La responsabilità civile auto è un’assicurazione obbligatoria prevista per legge che copre i danni che il proprietario di un veicolo può causare a terzi in caso di incidente stradale.
    8. Investimenti delle compagnie assicurative:
    – Le compagnie assicurative investono i propri capitali in varie forme di investimento, tra cui titoli di Stato italiani. Questi investimenti sono una parte significativa della gestione finanziaria delle compagnie assicurative.
    9. Compagnie assicurative:
    – Le compagnie assicurative sono aziende specializzate nella gestione e nella copertura dei rischi, offrendo polizze assicurative che proteggono gli assicurati da perdite finanziarie in caso di eventi imprevisti.
    10. Unit linked:
    – Le polizze unit linked sono prodotti assicurativi che combinano un’assicurazione vita con un investimento in fondi di investimento. Gli assicurati possono beneficiare sia di una copertura assicurativa che di un potenziale rendimento sul capitale investito.
    Questo articolo evidenzia la complessità del settore assicurativo, evidenziando l’impatto delle catastrofi naturali, del cambiamento climatico e delle dinamiche di mercato sulle imprese assicurative. La figura di Maria Bianca Farina e il ruolo dell’Ania emergono come protagonisti nel delineare le sfide e le opportunità per il settore in un contesto in continua evoluzione.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *