Un Drammatico Delitto a Modena: Uomo si Presenta ai Carabinieri con il Cadavere della Moglie

Un Drammatico Delitto A Modena Un Drammatico Delitto A Modena
Un Drammatico Delitto a Modena: Uomo si Presenta ai Carabinieri con il Cadavere della Moglie - Gaeta.it

Un uomo di 48 anni ha scioccato la città di Modena presentandosi al comando provinciale dei carabinieri con il cadavere della moglie nel suo furgone parcheggiato all’esterno. L’orrore è avvenuto nella tarda serata di ieri, quando i militari hanno scoperto la vittima nel bagagliaio, dove giaceva rannicchiata in posizione fetale con un sacchetto di plastica nero stretto al collo con un filo elettrico plastificato.

Sospetti sull’Omicidio: La Terribile Fine della Donna

La donna, una 40enne italiana di origini russe, sarebbe stata soffocata in precedenza, secondo le prime ricostruzioni del medico legale sul posto. La cintura ancora stretta al collo, nascosta inizialmente dalla busta, lascia intravedere la violenza subita. Il marito è stato immediatamente arrestato per omicidio aggravato e trasferito nella casa circondariale di Modena, in attesa della successiva udienza di convalida.

Le Complesse Dinamiche Familiari: la Richiesta di Affidamento dei Figli

Le indagini hanno rivelato che la donna aveva avviato davanti all’autorità giudiziaria di Innsbruck, in Austria, una procedura per ottenere l’affidamento prevalente dei figli minori e l’esercizio del diritto di visita, una pratica che si è conclusa con una decisione il 17 maggio 2023. All’inizio dell’anno, l’uomo aveva presentato ricorso al tribunale civile di Modena per una separazione giudiziale in cui addebitava alla moglie, contestando la giurisdizione austriaca. Il tribunale di Modena ha deciso di prendere in esame la questione preliminare della giurisdizione, dopo che il giudice straniero aveva emesso una decisione giuridicamente riconoscibile in Italia. Prima di questo, la vittima aveva presentato istanza al tribunale di Innsbruck per ottenere l’affidamento esclusivo dei figli minori, in un intreccio di relazioni complesse che ora si uniscono nel terribile epilogo di questo drammatico caso.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *