Orgoglio e resistenza: il Roma Pride celebra 30 anni

Orgoglio E Resistenza Il Roma Orgoglio E Resistenza Il Roma
Orgoglio e resistenza: il Roma Pride celebra 30 anni - Gaeta.it

Il Roma Pride, importante evento della comunità Lgbtqia+, si prepara a festeggiare un traguardo significativo: i 30 anni dalla sua prima edizione. Con una sfilata di una quarantina di carri colorati che attraverseranno il centro della Capitale il 15 giugno, l’evento si appresta a dare voce all’orgoglio e alla resistenza della comunità.

Una storia di orgoglio e partecipazione
Il primo Roma Pride risale al 2 luglio 1994, quando circa 10.000 persone marciarono per le strade di Roma per rivendicare i propri diritti e l’orgoglio della comunità Lgbtqia+. Da allora, l’evento è cresciuto costantemente, con l’edizione del 2023 che ha visto la partecipazione di un milione di persone.

La madrina Annalisa e la Pride Croisette
La cantante Annalisa sarà la madrina del Roma Pride 2024, mentre l’iconica Patty Pravo darà il via alla Pride Croisette, un festival che si svolgerà alle Terme di Caracalla dal 1 al 15 giugno. L’evento sarà animato da personaggi dello spettacolo e della politica, tra cui la segretaria del Pd Elly Schlein e il leader di Avs Nicola Fratoianni.

La partecipazione politica e l’opposizione
Il Roma Pride si configura anche come uno spazio di partecipazione politica, con la presenza di esponenti di diverse formazioni. Mario Colamarino, portavoce dell’evento, sottolinea l’importanza dell’opposizione al governo Meloni e alle politiche omofobe, invitando i partiti a sostenere il manifesto politico del Pride.

La lotta per i diritti
Nonostante i progressi compiuti, la strada per garantire piena parità di diritti è ancora lunga. Il Roma Pride si pone come voce per un’alternativa di società più inclusiva e giusta, abbracciando diverse lotte, dai diritti Lgbtq+ alla difesa dell’ambiente e degli studenti.

Sostenitori e patrocinio
Il Roma Pride 2024 è sostenuto dall’artista SakoAsko, che ha creato il logo dell’evento raffigurante un albero che rappresenta la comunità Lgbtqia+. Grazie al sostegno del Comune di Roma, la campagna pubblicitaria del Pride sarà diffusa in città con affissioni e locandine.

Un nuovo percorso per la parata
Quest’anno la parata del Roma Pride seguirà un percorso diverso, guidata da un carro scultura che celebra la parità di genere, la libertà di espressione e l’amore in tutte le sue forme. Il corteo partirà da piazza della Repubblica e attraverserà diverse tappe fino alle Terme di Caracalla.

Il sostegno istituzionale
Gli assessori capitolini Monica Lucarelli e Alessandro Onorato, insieme all’attrice Valentina Persia, confermano l’impegno dell’Amministrazione capitolina nei confronti dei diritti Lgbt+. L’assessore Onorato sottolinea il coraggio di andare controcorrente, difendendo la necessità di continuare a lottare per garantire piena parità a tutti i cittadini.

Un’edizione speciale per celebrare e continuare la lotta
Il Roma Pride 2024 si appresta a celebrare 30 anni di orgoglio, dando voce alla comunità Lgbtqia+ e continuando la battaglia per garantire diritti e riconoscimento a tutti. Con una partecipazione politica sempre più marcata e il sostegno delle istituzioni, l’evento si conferma come uno spazio di inclusione e resistenza.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *