Inchiesta in corso sulla morte di Clelia Ditano: nuovi sviluppi nell’indagine

Inchiesta In Corso Sulla Morte Di Clelia Ditano: Nuovi Sviluppi Nell'Indagine Inchiesta In Corso Sulla Morte Di Clelia Ditano: Nuovi Sviluppi Nell'Indagine
Inchiesta in corso sulla morte di Clelia Ditano: nuovi sviluppi nell'indagine - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 6 Luglio 2024 by Donatella Ercolano

Il Nuovo Quotidiano di Puglia riporta che potrebbero esserci nuove iscrizioni sul registro degli indagati riguardo alla tragica morte di Clelia Ditano, la giovane di Fasano precipitata nel vano ascensore della sua abitazione. La situazione si fa sempre più intricata, con aspetti tecnici e legali da approfondire.

Autopsia e perizia tecnica in programma

La pm Livia Orlando ha incaricato il medico legale Domenico Urso di effettuare l’autopsia sul corpo della vittima presso l’obitorio di Ostuni entro giovedì 11 luglio. Lo stesso giorno è prevista anche un’ulteriore perizia tecnica sull’ascensore coinvolto nell’incidente, a cui potranno partecipare difensori e tecnici di parte.

Focus sull’impianto dell’ascensore

Gli inquirenti puntano l’attenzione sul presunto malfunzionamento dell’ascensore, motivo che potrebbe aver causato il tragico evento. Diversi testimoni sono stati ascoltati in merito, cercando di ricostruire con precisione i fatti accaduti quella notte. Uno degli elementi chiave da chiarire è il funzionamento anomalo della porta al quarto piano.

Ipotesi di omicidio colposo

Al momento, la Procura sta valutando l’ipotesi di omicidio colposo legato alla morte di Clelia Ditano. Le indagini continuano per fare luce su ogni dettaglio e garantire giustizia per la giovane vittima coinvolta in questa tragica vicenda.

La situazione rimane fluida, con nuove informazioni che potrebbero emergere nei prossimi giorni e portare a ulteriori sviluppi nell’indagine in corso.

Approfondimenti

    Il Nuovo Quotidiano di Puglia è il giornale pugliese che sta riportando i dettagli sulla morte di Clelia Ditano, una giovane di Fasano che è precipitata nel vano dell’ascensore della sua abitazione. La notizia ha suscitato grande interesse e preoccupazione nella comunità locale.

    Clelia Ditano: È la giovane vittima dell’incidente avvenuto nel vano dell’ascensore. La sua morte ha generato molta attenzione e ha portato all’avvio di indagini approfondite per comprendere le circostanze esatte che hanno portato alla sua tragica fine.
    Fasano: È la città in provincia di Brindisi in Puglia dove è avvenuto l’incidente mortale di Clelia Ditano. La comunità locale è scossa dall’accaduto e si attendono chiarimenti sulla vicenda.
    Livia Orlando: È il pubblico ministero incaricato del caso. Ha dato disposizioni per effettuare l’autopsia sul corpo di Clelia Ditano e per indagare sugli aspetti tecnici legati all’incidente.
    Domenico Urso: È il medico legale incaricato di effettuare l’autopsia sul corpo della vittima all’obitorio di Ostuni. La sua perizia è fondamentale per comprendere meglio le cause della morte di Clelia Ditano.
    Ostuni: È il comune in provincia di Brindisi dove si svolgerà l’autopsia sul corpo della vittima. È un passaggio significativo nell’indagine per raccogliere prove e informazioni cruciali.
    L’articolo fornisce dettagli sulle indagini in corso, focalizzandosi sull’ipotesi di omicidio colposo legato alla morte di Clelia Ditano. Le autorità stanno esaminando attentamente tutti gli elementi per chiarire i fatti e garantire giustizia per la vittima. Le perizie tecniche sull’ascensore coinvolto e l’indagine sugli elementi malfunzionanti sono passaggi importanti per far luce sull’accaduto. Resta da vedere come si evolverà la situazione e se nuovi dettagli porteranno a ulteriori sviluppi nelle indagini.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *