Crimine organizzato smantellato a Napoli

Crimine Organizzato Smantellato A Napoli Crimine Organizzato Smantellato A Napoli
Crimine organizzato smantellato a Napoli - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 1 Luglio 2024 by Marco Mintillo

La recente operazione delle forze dell’ordine ha portato all’arresto del boss Patrizio Bosti insieme ai figli Ettore e Flora Bosti, e a Luca Esposito, in seguito a disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia. Le accuse riguardano associazione mafiosa, minacce, riciclaggio e autoriciclaggio.

L’organizzazione criminale di Bosti

Patrizio Bosti, nonostante una precedente breve scarcerazione, è stato accusato di aver riorganizzato la sua famiglia criminale dell’Alleanza di Secondigliano. Gli investigatori, monitorando la sua abitazione, hanno intercettato riunioni in cui Bosti ridefiniva le strategie del clan, rafforzando alleanze e impartendo ordini per ostacolare la giustizia.

Nuove linee strategiche

Durante uno dei summit intercettati, Bosti ha cambiato radicalmente le linee strategiche del clan, mettendo da parte l’accordo tacito con il clan Mazzarella. Ha inoltre incaricato individui di sua fiducia per ruoli direttivi e ha ordinato ai membri del clan di non collaborare con la giustizia.

Riciclaggio di denaro illecito

Le indagini hanno rivelato che Bosti e suo figlio Ettore avrebbero riciclato denaro proveniente da truffe attraverso società attive nei settori dei rifiuti ferrosi, della telefonia e della locazione di immobili, utilizzando prestanome, inclusi cittadini extracomunitari.

Sequestri e perquisizioni

Oltre agli arresti, sono stati sequestrati due immobili e una somma considerevole di denaro, ritenuti proventi di attività illecite. Sono state inoltre eseguite perquisizioni nei confronti di altri 9 soggetti, sospettati di detenere denaro o beni per conto degli indagati, nell’ambito delle misure cautelari adottate.

Approfondimenti

    Patrizio Bosti: Boss di un’organizzazione criminale attiva nell’Alleanza di Secondigliano, è stato recentemente arrestato insieme ai figli Ettore e Flora e a Luca Esposito. È accusato di associazione mafiosa, minacce, riciclaggio e autoriciclaggio. Nonostante una precedente scarcerazione, è stato intercettato mentre ridefiniva le strategie del clan e incaricava persone di fiducia per ruoli direttivi.

    Ettore Bosti: Figlio di Patrizio Bosti coinvolto nell’attività di riciclaggio di denaro illecito, proveniente da truffe. Ha agito attraverso società attive nei settori dei rifiuti ferrosi, della telefonia e della locazione di immobili, utilizzando prestanome, inclusi cittadini extracomunitari.
    Flora Bosti: Figlia di Patrizio Bosti coinvolta nell’organizzazione criminale insieme al padre e al fratello. Non vengono forniti dettagli specifici sul suo ruolo nell’operazione delle forze dell’ordine.
    Luca Esposito: Coinvolto insieme a Patrizio Bosti e ai suoi figli nell’operazione delle forze dell’ordine. Non vengono forniti dettagli sul suo coinvolgimento specifico nell’organizzazione criminale.
    Associazione mafiosa, minacce, riciclaggio e autoriciclaggio: Le accuse rivolte a Patrizio Bosti e ai suoi familiari riguardano reati di gravità legati all’attività criminale della loro organizzazione, inclusi l’associazione mafiosa per il coordinamento di attività criminali, minacce rivolte a terzi, riciclaggio di denaro illecito proveniente da truffe e autoriciclaggio per reintrodurre denaro sporco nel circuito legale.
    Mazzarella: Clan menzionato nel testo, con il quale Patrizio Bosti aveva un accordo tacito che è stato cancellato durante i summit intercettati. Non vengono forniti ulteriori dettagli sulla natura della collaborazione precedente tra i due clan.
    Organizzazione criminale dell’Alleanza di Secondigliano: Riferimento alla zona geografica dove operava l’organizzazione criminale di Patrizio Bosti, indicando che era attiva in quella specifica area.
    Questo approfondimento fornisce una panoramica sui principali personaggi e eventi menzionati nell’articolo, evidenziando i ruoli e le accuse legate all’operazione delle forze dell’ordine contro l’organizzazione criminale di Patrizio Bosti.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *