Clan De Martino: Minacce e Tensioni Familiari a Napoli

Clan De Martino: Minacce E Tensioni Familiari A Napoli Clan De Martino: Minacce E Tensioni Familiari A Napoli
Clan De Martino: Minacce e Tensioni Familiari a Napoli - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 2 Luglio 2024 by Sara Gatti

Napoli è scossa dall’ultima ondata di minacce del clan De Martino di Ponticelli alla famiglia della madre di una bambina avuta con il boss Salvatore De Martino. L’evento più recente si è verificato due settimane fa, quando la situazione è sfuggita di mano persino nella caserma dei carabinieri di Cercola.

Minacce sotto Casa e Messaggi Aggressivi

Il boss Francesco De Martino e sua moglie sono venuti a sapere della presenza della donna e dei parenti presso i carabinieri a Cercola e si sono recati sul posto. In un crescendo di tensioni, il 21 giugno scorso sono stati individuati di fronte alla casa della donna, mentre successivamente è emerso un messaggio audio indirizzato al padre della ragazza, denso di accuse e minacce esplicite.

Identificazione dei Partecipanti al Corteo Armato

Gli investigatori, analizzando le immagini delle telecamere di sicurezza della zona degli incontri, sono riusciti ad individuare i frequentatori abituali del corteo armato che accompagnava i coniugi De Martino: Velotti Alessio, Di Carluccio Gabriele, Rea Felice e Pangia Luigi. La madre della bambina ha raccolto per tempo tutte le minacce e le violenze subite negli ultimi due anni.

Ulteriori Sviluppi e Prove Fotografiche

La testimonianza della madre della minore è supportata da prove circostanziate e raccapriccianti, tra cui l’identificazione dei partecipanti al corteo armato che ha mostrato chiaramente l’intensità delle minacce e della pressione subita dalla famiglia.

Una Situazione di Estrema Tensione

Il contesto criminale e le dinamiche interne al clan De Martino continuano a generare tensioni e minacce pesanti nei confronti della famiglia coinvolta, lasciando intravedere possibili sviluppi futuri e un clima di paura diffusa che permea il territorio napoletano.

Approfondimenti

    Il testo si riferisce principalmente al coinvolgimento del clan De Martino di Ponticelli in minacce e violenze nei confronti della famiglia della madre di una bambina avuta con il boss Salvatore De Martino.

    Clan De Martino: Si tratta di un’organizzazione criminale attiva a Ponticelli, un quartiere di Napoli. Il clan è noto per le sue attività illecite legate alla criminalità organizzata, come il traffico di droga, estorsioni e altre attività illegali.
    Ponticelli: È un quartiere di Napoli in cui opera il clan De Martino. È noto per essere stato uno dei quartieri più colpiti dalla criminalità organizzata nel passato.
    Salvatore De Martino: È il boss del clan De Martino coinvolto nelle minacce alla famiglia della donna. Si tratta di una figura di spicco nell’organizzazione criminale.
    Francesco De Martino: Altro membro importante del clan De Martino coinvolto nelle minacce alla famiglia della donna.
    Cercola: È il luogo in cui si è verificato l’ultimo episodio di minacce e violenze, coinvolgendo la presenza della famiglia della donna presso i carabinieri.
    Velotti Alessio, Di Carluccio Gabriele, Rea Felice e Pangia Luigi: Sono individui identificati come frequentatori abituali del corteo armato che ha accompagnato i coniugi De Martino durante l’episodio di minacce.
    Il contesto descritto nel testo evidenzia la complessità delle dinamiche criminali e dei legami di potere all’interno di un clan come De Martino, che si profila come una minaccia costante per la sicurezza e la stabilità del territorio napoletano. Le prove fotografiche e le testimonianze raccolte rappresentano un punto cruciale per l’identificazione e la condanna dei responsabili di simili atti criminali, mentre le tensioni e le minacce perpetuate dal clan lasciano presagire ulteriori sviluppi negativi a livello locale.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *