Celebrazioni e musica: l’incontro tra la Comunità Incontro e giovani violoncellisti

Celebrazioni E Musica: L'Incontro Tra La Comunità Incontro E Giovani Violoncellisti Celebrazioni E Musica: L'Incontro Tra La Comunità Incontro E Giovani Violoncellisti
Celebrazioni e musica: l'incontro tra la Comunità Incontro e giovani violoncellisti - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 1 Luglio 2024 by Elisabetta Cina

Dieci anni dalla scomparsa di Don Gelmini: una giornata di celebrazioni

L’evento si è rivelato un’esperienza toccante sia per i musicisti che per gli ospiti della Comunità, in occasione del decimo anniversario della morte del fondatore della Onlus. All’evento hanno partecipato autorità governative e politiche, tra cui il parlamentare Maurizio Gasparri di Fratelli d’Italia. Il primo Cello Festival Incontro si è svolto presso la sede della Comunità ad Amelia, in Umbria, con gli allievi del maestro Francesco Storino, violoncellista dell’orchestra dell’Accademia nazionale di Santa Cecilia e uno dei promotori del progetto JuniorOrchestra di Santa Cecilia, dove suonano gli otto ragazzi di età compresa tra i 10 e i 16 anni. Durante la mattinata, i giovani hanno anche suonato durante la messa celebrata da Don Antonio Coluccia, un sacerdote impegnato attivamente contro le dipendenze.

L’emozionante esibizione degli otto giovani violoncellisti

Sofia Capobianco, Filippo Carabini, Costanza Corsini, Sara Geronzi, Ginevra Governatori, Elène Lamartora, Mia Perulli e Sofia Ponziani si sono esibiti come solisti, accompagnati dal pianista Raffaele Balzano, davanti a un pubblico entusiasta, composto principalmente da persone che forse non avevano mai assistito a un concerto di musica classica dal vivo. Sono stati eseguiti brani di notevole complessità di compositori come Kodaly, Shostakovich, Paganini, Popper, Brahms, Bach, Dvorak e Sammartini, suscitando un crescendo di applausi e emozioni, culminato con l’esecuzione di colonne sonore di Ennio Morricone.

Musica classica e impegno sociale: una combinazione vincente

L’unione tra la musica classica e la lotta contro le dipendenze, promossa dal capostruttura della Comunità, Giampaolo Nicolasi, ha dimostrato di essere efficace. L’impegno è ora quello di rendere il Cello Festival un evento annuale da non perdere, in grado di portare speranza e ispirazione attraverso la bellezza della musica e il sostegno alle persone in difficoltà.

Approfondimenti

    Il testo parla della celebrazione del decimo anniversario della morte di Don Gelmini, fondatore della Onlus, con un evento che ha coinvolto autorità e musicisti presso la sede della Comunità ad Amelia, in Umbria. Durante l’evento si è esibita la JuniorOrchestra composta da otto ragazzi violoncellisti, allievi del maestro Francesco Storino.

    Tra le personalità menzionate nell’articolo, spicca il parlamentare Maurizio Gasparri appartenente a Fratelli d’Italia. Inoltre, viene citato anche il sacerdote Don Antonio Coluccia, noto per il suo impegno contro le dipendenze.
    L’esibizione dei giovani violoncellisti, tra cui Sofia Capobianco, Filippo Carabini, Costanza Corsini, Sara Geronzi, Ginevra Governatori, Elène Lamartora, Mia Perulli e Sofia Ponziani, è stata descritta come emozionante e ha incluso brani di compositori famosi come Kodaly, Shostakovich, Paganini, Popper, Brahms, Bach, Dvorak e Sammartini, oltre alle colonne sonore di Ennio Morricone.
    Il capostruttura della Comunità, Giampaolo Nicolasi, ha sottolineato l’importanza dell’unione tra la musica classica e l’impegno sociale nella lotta contro le dipendenze, promuovendo il Cello Festival come un evento annuale per portare speranza e ispirazione attraverso la bellezza della musica e il sostegno alle persone in difficoltà.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *