35enne picchia e minaccia madre e sorella: episodio di violenza domestica

35Enne Picchia E Minaccia Madr 2 35Enne Picchia E Minaccia Madr 2
35enne picchia e minaccia madre e sorella: episodio di violenza domestica - gaeta.it

Ordinanza di allontanamento per un uomo di San Felice Circeo

I Carabinieri della Stazione di San Felice Circeo hanno eseguito un’ordinanza di allontanamento e divieto di avvicinamento nei confronti di un 35enne del luogo. L’uomo è stato accusato di aver aggredito fisicamente e minacciato la madre e la sorella all’interno della loro abitazione. L’ordinanza è stata emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Latina, in seguito alle indagini condotte dalla Procura della Repubblica di Latina.

Le indagini hanno rivelato che l’uomo ha costretto le sue vittime a vivere nel timore costante di gravi ripercussioni, costringendole a cambiare le loro abitudini. La condotta vessatoria dell’uomo ha portato alla decisione di emettere l’ordinanza di allontanamento e divieto di avvicinamento.

Lotta alla violenza di genere

I Carabinieri della Compagnia di Terracina continuano a prestare particolare attenzione ai reati legati alla violenza di genere. È fondamentale che tutti, non solo gli addetti ai lavori, ma anche le vittime e la cittadinanza, collaborino per contrastare questo fenomeno.

La violenza di genere è un problema serio che richiede l’impegno di tutta la società. È importante che le vittime si sentano sicure nel denunciare gli abusi e che la comunità sia pronta a offrire supporto e solidarietà. Solo attraverso una collaborazione attiva possiamo combattere efficacemente la violenza di genere e creare un ambiente più sicuro per tutti.

Un passo avanti nella tutela delle vittime

L’ordinanza di allontanamento emessa nei confronti del 35enne di San Felice Circeo rappresenta un passo avanti nella tutela delle vittime di violenza domestica. Questa misura restrittiva permetterà alle vittime di vivere senza il timore costante di essere aggredite o minacciate.

Come sottolineato dai Carabinieri, è fondamentale che la società nel suo complesso si impegni nella lotta contro la violenza di genere. Solo attraverso una collaborazione attiva e una maggiore consapevolezza possiamo creare un ambiente sicuro per tutti.

La lotta contro la violenza di genere non può essere affrontata solo dalle forze dell’ordine, ma richiede l’impegno di tutti noi. Ognuno di noi può fare la differenza, sostenendo le vittime, diffondendo consapevolezza e promuovendo una cultura di rispetto e uguaglianza.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *