Truffe agli automobilisti: il pericolo dei raggiro stradali in Italia

Truffe Agli Automobilisti Il Scaled Truffe Agli Automobilisti Il
Truffe agli automobilisti: il pericolo dei raggiro stradali in Italia - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 11 Luglio 2024 by Elisabetta Cina

La criminalità stradale ha assunto nuove sfide con un’ultima frontiera, quella dei truffatori-pedoni che simulano incidenti per estorcere denaro agli automobilisti. Secondo un’indagine condotta da Facile.it in collaborazione con Consumerismo No Profit, un numero significativo di italiani è caduto vittima di frodi mentre era al volante o parcheggiava. I giovani risultano essere le principali vittime, con un’incidenza maggiore nelle regioni meridionali e insulari.

I modi delle frodi stradali

Schema del finto tamponamento

Il trucco più diffuso tra i malviventi è il finto tamponamento, coinvolgendo gli automobilisti in manovra per poi chiedere risarcimenti in contanti. Questa frode colpisce principalmente le donne, che rappresentano una percentuale significativa di vittime.

Truffa dello specchietto rotto

Un’altra pratica diffusa è quella dello specchietto rotto, dove un truffatore provoca rumori per far credere a danni all’auto, richiedendo pagamenti immediati per evitare complicazioni con le assicurazioni. Gli uomini risultano essere più suscettibili a questo tipo di truffa.

L’inganno del pedone investito

Una tattica recente è quella del pedone che finge di essere stato investito, coinvolgendo automobilisti giovani. Compianto da complici, il truffatore inscena incidenti stradali improvvisi, sfruttando la buona fede dei guidatori per ottenere vantaggi finanziari.

Reazioni degli automobilisti e consigli esperti

Gli automobilisti, una volta consapevoli dell’inganno, tendono a proseguire senza cedere alla richiesta di denaro o a chiamare le forze dell’ordine per risolvere la situazione. È fondamentale agire con prudenza e contattare le autorità in caso di dubbi su eventuali frodi stradali, compilando la documentazione necessaria per proteggere i propri interessi e evitare truffe. La vigilanza e la consapevolezza sono le armi migliori contro i malintenzionati che minacciano la sicurezza e l’integrità degli automobilisti italiani.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *