Trasporto mare: La proposta per la metropolitana del mare nel Lazio

Trasporto Mare La Proposta Pe Trasporto Mare La Proposta Pe
Trasporto mare: La proposta per la metropolitana del mare nel Lazio - Gaeta.it

Contesto sulla proposta di una metropolitana del mare nel Lazio

Il progetto di una metropolitana del mare nel Lazio prende ispirazione da sistemi di trasporto marittimo già collaudati in altre Nazioni e Regioni d’Italia. La proposta riguarda la creazione di un sistema di trasporto via mare che collega le città costiere di Terracina, Sperlonga, Gaeta, Formia, Scauri e Minturno, con l’obiettivo di estendersi lungo i 360 km di costa della regione. Questo sistema di trasporto sarebbe caratterizzato da minor inquinamento atmosferico ed acustico, offrendo stazioni e fermate lungo il percorso e collegando i porti attuali del Lazio, con particolare attenzione al Golfo di Gaeta, che grazie alla sua conformazione geografica si presterebbe bene all’iniziativa.

Benefici della metropolitana del mare nel Lazio

L’interrogazione presentata dal consigliere regionale Alessio D’Amato mira a sollecitare l’azione del governo regionale per la realizzazione della metropolitana del mare, con particolare attenzione alla prossima stagione estiva. L’obiettivo principale è quello di ridurre il traffico nel Golfo di Gaeta, contribuendo così a diminuire l’inquinamento ambientale. L’implementazione di una rete di trasporto marittimo comporterebbe numerosi benefici, tra cui la riduzione del traffico automobilistico, un miglioramento della sicurezza stradale, una diminuzione dell’inquinamento e un impulso allo sviluppo sostenibile ed economico dei territori coinvolti. La metropolitana del mare non si configurerebbe come un sistema alternativo ai trasporti terrestri già esistenti, ma come un supporto che concorre a realizzare i programmi dell’Unione Europea incentrati sulla diversificazione della mobilità e sull’adozione di pratiche di economia circolare che favoriscono lo sviluppo economico, anche a livello internazionale.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *