Ricorso in Cassazione Annunciato dai Difensori di Romano e Bazzi

Ricorso In Cassazione Annuncia Ricorso In Cassazione Annuncia
Ricorso in Cassazione Annunciato dai Difensori di Romano e Bazzi - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 10 Luglio 2024 by Armando Proietti

La notizia è stata annunciata dall’avvocato Fabio Schembri, uno dei difensori di Olindo Romano e Rosa Bazzi, dopo che le istanze di revisione del processo per la strage di Erba del 2006 sono state dichiarate inammissibili.

Sentenza di Inammissibilità: Reazioni in Aula

Olindo Romano e Rosa Bazzi, imputati per la strage di Erba, sono apparsi in tribunale a Brescia mentre veniva letta la sentenza che ha stabilito l’inammissibilità delle istanze di revisione del processo. La coppia è stata condannata all’ergastolo, con i due imputati che hanno reagito in maniera impassibile all’esito del giudizio. L’udienza è stata riservata, senza la presenza di giornalisti e telecamere.

Il Commento degli Avvocati difensori

Gli avvocati difensori di Olindo Romano e Rosa Bazzi hanno manifestato la propria delusione per la sentenza emessa, annunciando il ricorso in Cassazione come prossimo passo per affrontare la situazione legale dei propri assistiti. Fabio Schembri ha espresso apertamente il disappunto per l’esito del procedimento, sottolineando l’intenzione di portare avanti ulteriori azioni giudiziarie nella speranza di ottenere un diverso esito processuale.

Prossime Mosse e Prospettive Legali

Dopo la pronuncia della sentenza in primo grado, il caso relativo alla strage di Erba del 2006 si prepara a nuovi sviluppi con il ricorso in Cassazione come nuova tappa del percorso legale intrapreso dai difensori di Olindo Romano e Rosa Bazzi. L’attesa per le prossime mosse legali e le possibili evoluzioni del processo rimangono al centro dell’attenzione mediatica e giuridica, con gli imputati che confidano nel sistema giudiziario per una revisione equa della propria vicenda processuale.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *