Nuove accuse nell’inchiesta ad Aprilia: la reazione dei consiglieri d’opposizione

Nuove Accuse Nell'Inchiesta Ad Aprilia: La Reazione Dei Consiglieri D'Opposizione Nuove Accuse Nell'Inchiesta Ad Aprilia: La Reazione Dei Consiglieri D'Opposizione
Nuove accuse nell'inchiesta ad Aprilia: la reazione dei consiglieri d'opposizione - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 4 Luglio 2024 by Armando Proietti

Dopo le recenti operazioni condotte dalla Dia e dai Carabinieri nella città di Aprilia, i consiglieri d’opposizione esprimono fiducia nella giustizia e commentano le vicende legate all’arresto dell’ex sindaco e di un ex assessore.

Fiducia nella giustizia e chiarezza sulle responsabilità

Aprilia Civica, la coalizione di opposizione, dichiara massima fiducia nelle indagini in corso e si mostra fiduciosa che il lavoro degli inquirenti porterà alla luce la verità per il bene della comunità. Sottolineano inoltre il loro impegno per la legalità e la giustizia come valori fondamentali della convivenza civile e democratica.

Garantisti e difensori della presunzione di innocenza

I consiglieri comunali Caporaso e Terra, indagati per turbativa d’asta, non sono stati sottoposti a misure cautelari e si dichiarano pronti a chiarire la propria posizione. Aprilia Civica ribadisce la presunzione di innocenza e la sua ferma opposizione a qualsiasi tipo di speculazione mediatica.

Partecipazione al sit-in per la legalità

I membri di Aprilia Civica annunciano la loro partecipazione al sit-in organizzato da Reti di Giustizia-Il sociale contro le mafie, confermando il loro impegno costante per la promozione della legalità nel tessuto sociale della città. La coalizione si unisce alla lotta contro le infiltrazioni criminali e si impegna a mantenere alta l’attenzione sul tema della giustizia.

In un contesto segnato da tensioni e sospetti, i consiglieri d’opposizione di Aprilia Civica mantengono saldo il loro sostegno ai valori della legalità e della trasparenza. La partecipazione al sit-in per la giustizia dimostra la determinazione della coalizione nel contrastare ogni forma di illegalità e nell’affermare la propria volontà di difendere i principi democratici della comunità locale.

Approfondimenti

    1. Dia: La Direzione Investigativa Antimafia (Dia) è un organo investigativo italiano specializzato nella lotta contro la criminalità organizzata, in particolare la mafia. Fondata nel 1991, la Dia si occupa di indagare su attività criminose legate alla mafia, al traffico di droga e ad altre forme di criminalità organizzata.

    2. Carabinieri: I Carabinieri sono un corpo di polizia italiana con competenze in materia di ordine pubblico, sicurezza e investigazioni. Sono particolarmente noti per il loro impegno nella lotta alla criminalità organizzata e nella tutela della sicurezza del territorio nazionale.
    3. Aprilia: Aprilia è una città situata nella regione del Lazio, in Italia. È nota per la sua importanza industriale e per essere un importante centro abitato della provincia di Latina.
    4. Aprilia Civica: Aprilia Civica è una coalizione politica locale probabilmente composta da alcuni partiti o movimenti politici presenti nella città di Aprilia, che si oppongono all’amministrazione in carica.
    5. Reti di Giustizia-Il sociale contro le mafie: Reti di Giustizia-Il sociale contro le mafie è un’organizzazione o un movimento che si batte per la legalità, contrastando le infiltrazioni mafiose nella società e promuovendo la cultura della giustizia e della trasparenza.
    6. Caporaso e Terra: I consiglieri comunali Caporaso e Terra sono probabilmente due figure politiche locali coinvolte nelle vicende descritte nell’articolo, indagati per turbativa d’asta. L’indagine su di loro non ha portato ancora a misure cautelari, e entrambi si dichiarano pronti a chiarire la propria posizione e a difendere la propria presunzione di innocenza.
    Nel contesto descritto nell’articolo, emergono tensioni legate a presunti reati commessi da ex esponenti politici locali, ma anche un forte impegno da parte dell’opposizione nel promuovere la legalità e la trasparenza nella gestione della cosa pubblica.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *