Leader Politici e Silenzio Elettorale

Leader Politici E Silenzio Ele Leader Politici E Silenzio Ele
Leader Politici e Silenzio Elettorale - Gaeta.it

Introduzione

Nel frangente delicato del silenzio elettorale, diversi leader politici in Italia si sono distinti per le loro azioni sui social media: alcuni hanno pubblicato post di sostegno, altri hanno preferito giocare la carta dell’ironia o della familiarità. Questo ‘movimentismo’ ha destato l’attenzione dell’Agcom, che ha dovuto intervenire per riaffermare le regole pre elettorali in vigore.

Gli ‘Incontinenti’ sui Social

Nel giorno del silenzio elettorale per le elezioni europee, alcuni leader politici italiani non hanno resistito alla tentazione di pubblicare sui social media. Matteo Salvini si è distinto per il suo post su Twitter invitando a votare per la Lega, in aperta violazione delle regole in vigore. Allo stesso modo, Giorgia Meloni ha scelto l’ironia pubblicando un video dal suo fruttivendolo, mentre Matteo Renzi ha optato per un post familiare per celebrare il compleanno di sua figlia.

L’intervento dell’Agcom

L’atteggiamento dei leader politici sui social durante il silenzio elettorale ha destato l’attenzione dell’Agcom, l’autorità garante delle comunicazioni. Il commissario Antonello Giacomelli è intervenuto su Facebook per ricordare che il rispetto del silenzio elettorale è competenza del ministero dell’Interno, e che eventuali violazioni devono essere segnalate direttamente a quest’ultimo. L’Agcom ha così sottolineato l’importanza del rispetto delle regole pre elettorali, anche in ambito online, confermando che la legge del 1956 si applica a tutte le forme di propaganda elettorale, compresa quella sui social media.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *