Incendio a Napoli: il coraggio dei Carabinieri salva un’anziana donna

Incendio A Napoli: Il Coraggio Dei Carabinieri Salva Un'Anziana Donna Incendio A Napoli: Il Coraggio Dei Carabinieri Salva Un'Anziana Donna
Incendio a Napoli: il coraggio dei Carabinieri salva un'anziana donna - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 9 Luglio 2024 by Laura Rossi

Nel cuore di Napoli, precisamente in viale dei Pini 46 a Capodimonte, ieri sera si è verificato un incendio che ha messo a rischio la vita di un’anziana donna di 85 anni, nonché invalida.

L’intervento rapido dei Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Napoli Capodimonte sono stati prontamente allertati e sono intervenuti tempestivamente per gestire la situazione critica.

L’eroismo dei militari

Al loro arrivo, i tre militari hanno agito con prontezza: due di loro si sono assicurati delle condizioni della donna anziana, mentre il terzo si è dimostrato coraggioso calandosi da un muro di 4 metri d’altezza per raggiungere il terrazzino avvolto dalle fiamme.

Utilizzando l’estintore a disposizione e l’aiuto di secchi d’acqua forniti dai negozianti locali, il carabiniere è riuscito a domare l’incendio, impedendo che si propagasse all’interno dell’abitazione.

L’intervento dei Vigili del Fuoco

I Vigili del Fuoco sono giunti sul luogo dell’incendio verificando che la situazione fosse sotto controllo. Nonostante il fuoco fosse già stato spento dai Carabinieri, i pompieri hanno controllato la stabilità dell’edificio per evitare ulteriori danni.

Le cause dell’incendio

Al momento, le cause scatenanti dell’incendio sono ancora oggetto di indagine. Tuttavia, sembra che l’ipotesi più probabile sia legata a una sigaretta male estinta gettata sul bucato steso sul terrazzino.

Un gesto di eroismo e dedizione per tutta la comunità

L’intervento coraggioso dei Carabinieri di Capodimonte ha permesso di preservare la vita di un’anziana donna vulnerabile, evitando potenziali conseguenze disastrose. L’azione tempestiva e coraggiosa dei militari rappresenta un esempio di eccellenza e solidarietà per l’intera comunità napoletana.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *