Collaborazione tra Regione Siciliana e Novartis Italia per la cura della sclerosi multipla

Collaborazione Tra Regione Sic Collaborazione Tra Regione Sic
Collaborazione tra Regione Siciliana e Novartis Italia per la cura della sclerosi multipla - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 20 Giugno 2024 by Marco Mintillo

La Regione Siciliana e Novartis Italia hanno siglato un accordo di collaborazione della durata di due anni per lo sviluppo di modelli innovativi per la cura e l’assistenza delle persone affette da sclerosi multipla. L’obiettivo principale è migliorare l’interconnessione tra i Centri regionali per il trattamento della malattia e potenziare i modelli di gestione domiciliare e di prossimità.

Migliorare la continuità assistenziale

L’accordo prevede un potenziamento della continuità assistenziale tra ospedale e territorio al fine di favorire maggior tempestività nei trattamenti e nell’assistenza. Questo consentirà una gestione più efficace della malattia e un maggiore supporto alle persone colpite da sclerosi multipla.

L’impegno della Regione Siciliana

Salvatore Iacolino, direttore del Dipartimento di Pianificazione strategica dell’assessorato alla Salute, sottolinea l’importanza di questa partnership come modello innovativo di collaborazione. L’impegno della Regione Siciliana nel migliorare la gestione della sclerosi multipla è evidente e mira a rispondere alle reali esigenze delle persone affette da questa malattia nella regione.

La situazione in Italia e in Sicilia

In Italia, sono circa 140mila le persone che convivono con la sclerosi multipla, di cui oltre 11mila solo in Sicilia. Ogni anno si registrano circa 290 nuove diagnosi a livello regionale, posizionando la Sicilia al quarto posto per numero di persone affette da questa malattia neurologica cronica. La sclerosi multipla colpisce soprattutto giovani e adulti, con una prevalenza maggiore nelle donne rispetto agli uomini.

Un impegno collettivo per affrontare la malattia

Valentino Confalone, Country president di Novartis Italia, sottolinea l’importanza di un impegno collettivo per migliorare il percorso diagnostico-terapeutico della sclerosi multipla. Novartis si impegna ad affiancare la comunità siciliana affetta da questa malattia per costruire insieme la sanità del futuro, attraverso un approccio innovativo e collaborativo.

Novartis e il progetto Prima

Novartis, azienda leader mondiale nella ricerca e sviluppo di terapie innovative, ha già avviato il progetto Prima per contribuire alla definizione di soluzioni volte a migliorare il percorso dei pazienti con sclerosi multipla. Attraverso la collaborazione con la Regione Siciliana, Novartis si impegna a individuare e implementare le migliori pratiche per promuovere l’equità territoriale e garantire un supporto adeguato ai pazienti affetti da questa malattia.

Approfondimenti

    Il testo dell’articolo parla di un accordo di collaborazione tra la Regione Siciliana e Novartis Italia per lo sviluppo di modelli innovativi per la cura e l’assistenza delle persone affette da sclerosi multipla. Ecco alcuni elementi chiave e approfondimenti sui soggetti menzionati:

    1. Regione Siciliana: Si tratta dell’ente locale che amministra la regione Sicilia, situata nel sud Italia. Con una popolazione di oltre 5 milioni di abitanti, la Sicilia affronta sfide specifiche nel settore sanitario, tra cui la gestione delle patologie neurologiche come la sclerosi multipla. L’impegno della Regione Siciliana nell’affrontare questa malattia è evidente attraverso la firma di accordi come quello con Novartis Italia.

    2. Novartis Italia: Novartis è una delle maggiori aziende farmaceutiche a livello mondiale, impegnata nella ricerca e nello sviluppo di terapie innovative per diverse condizioni mediche, inclusa la sclerosi multipla. L’accordo con la Regione Siciliana sottolinea l’importanza della collaborazione tra settore pubblico e privato per migliorare l’assistenza ai pazienti affetti da questa malattia.

    3. Sclerosi multipla: Si tratta di una malattia cronica del sistema nervoso centrale che colpisce soprattutto giovani e adulti, con una prevalenza maggiore nelle donne. In Italia, ci sono circa 140.000 persone con sclerosi multipla, di cui oltre 11.000 solo in Sicilia. La gestione di questa malattia richiede un approccio multidisciplinare e una continuità assistenziale tra ospedale e territorio, come sottolineato nell’accordo tra la Regione Siciliana e Novartis.

    4. Valentino Confalone: È il Country president di Novartis Italia, un ruolo di leadership all’interno dell’azienda farmaceutica responsabile delle attività e delle strategie in Italia. La sua partecipazione sottolinea l’importanza che Novartis attribuisce a collaborazioni come quella con la Regione Siciliana per migliorare l’assistenza ai pazienti con sclerosi multipla.

    5. Progetto Prima: Si tratta di un’iniziativa avviata da Novartis per contribuire alla definizione di soluzioni innovative per migliorare il percorso dei pazienti con sclerosi multipla. Attraverso questo progetto, Novartis si impegna a lavorare con la Regione Siciliana per implementare le migliori pratiche e garantire un supporto adeguato ai pazienti affetti da questa malattia.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *