54enne arrestato per maltrattamenti e persecuzione della moglie e della figlia

54Enne Arrestato Per Maltratta 1 54Enne Arrestato Per Maltratta 1
54enne arrestato per maltrattamenti e persecuzione della moglie e della figlia - gaeta.it

Pregiudicato 54enne arrestato per violazione del divieto di avvicinamento

La Polizia di Terracina ha arrestato un uomo di 54 anni, già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina. L’arresto è avvenuto il 6 dicembre, su richiesta del Procuratore Aggiunto di Latina, a seguito delle accuse di maltrattamenti in famiglia nei confronti della sua ex moglie e della loro figlia.

L’uomo, che ha un passato di violenza domestica e risse, era già stato sottoposto a un divieto di avvicinamento alle vittime per reati simili. Tuttavia, ha violato più volte questa misura restrittiva, mostrando una persistente volontà di entrare nuovamente in contatto con le sue vittime. Di fronte a questa ostinazione, il Giudice per le indagini preliminari ha deciso di aggravare la misura, imponendo gli arresti domiciliari.

In passato, l’uomo era stato condannato a 1 anno e 3 mesi di reclusione, ma la pena era stata sospesa e la misura cautelare era stata revocata. Nonostante ciò, le vittime hanno continuato a vivere nell’ansia e nella paura, poiché l’indagato ha ripreso a comportarsi in modo invadente e persecutorio nei loro confronti. Questo ha portato all’emissione di una nuova misura cautelare di divieto di avvicinamento lo scorso aprile.

Dopo aver raccolto prove delle ripetute violazioni della misura, la Polizia ha richiesto l’aggravamento della pena, che è stata pienamente condivisa dalla Procura della Repubblica. Il Giudice per le indagini preliminari ha ritenuto che il comportamento dell’uomo dimostrasse una volontà persistente di avvicinarsi alle sue vittime, rappresentando un pericolo concreto di ripetizione dei maltrattamenti in famiglia.

L’uomo è stato quindi arrestato e trasferito alla casa circondariale di Latina, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La sua violazione del divieto di avvicinamento e il suo comportamento persecutorio hanno portato a conseguenze legali più gravi, nella speranza di proteggere le vittime da ulteriori abusi.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *