Un Condominio a Prati dice no all’antenna di telefonia mobile

Un Condominio A Prati Dice No Un Condominio A Prati Dice No
Un Condominio a Prati dice no all'antenna di telefonia mobile - Gaeta.it

L’assemblea del condominio di via Savonarola 39 nel quartiere romano di Prati ha preso una decisione importante riguardo all’integrazione di un’antenna di telefonia mobile sul torrino condominiale. La proposta presentata dalla società Iliad, che prevedeva un canone di locazione annuale di 20mila euro, è stata bocciata dai condomini. La situazione è stata portata all’attenzione dal comitato dei genitori dell’Istituto San Giuseppe al Trionfale e dalla parrocchia adiacente, sottolineando le possibili ripercussioni sull’istruzione e sul benessere della comunità locale.

Preoccupazioni e reazioni della comunità

I genitori degli alunni dell’Istituto San Giuseppe al Trionfale, insieme alla parrocchia che gestisce un oratorio molto frequentato nel quartiere, hanno espresso preoccupazioni riguardo all’installazione dell’antenna di telefonia mobile. La vicinanza della scuola d’infanzia e primaria al palazzo condominiale ha sollevato timori riguardo ai potenziali effetti sulla salute dei bambini e degli anziani che frequentano l’oratorio. In seguito alla diffusione di una lettera aperta, i condomini si sono ritrovati a votare sull’accettazione della proposta della società telefonica.

Decisione dell’assemblea condominiale

Dopo un confronto serrato e la valutazione delle diverse posizioni, i condomini di via Savonarola 39 hanno optato per bocciare l’installazione dell’antenna di telefonia mobile. La decisione, presa praticamente all’unanimità con un solo astenuto, rappresenta l’importante risposta della comunità alla delicata questione della sicurezza e della salute pubblica. La pronuncia dell’assemblea testimonia la sensibilità e l’attenzione dei residenti nei confronti delle problematiche legate all’inquinamento elettromagnetico, sottolineando la volontà di tutelare l’ambiente circostante e la salute di tutti i suoi abitanti.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *