Truffa milionaria: prescrizione cancella reati commercialisti Terracina

Truffa Milionaria Prescrizion 1 Truffa Milionaria Prescrizion 1
Truffa milionaria: prescrizione cancella reati commercialisti Terracina - gaeta.it

Processo concluso per una truffa da quasi 2 milioni di euro

Il Tribunale di Latina ha concluso il processo a carico di due fratelli commercialisti di Terracina e un messo di Equitalia, dichiarando prescritti i capi d’imputazione, tra cui l’associazione per delinquere. L’inchiesta, condotta dalla Guardia di Finanza di Terracina con il coordinamento del sostituto procuratore di Latina, Giuseppe Miliano, era iniziata nel novembre del 2014.

Accuse di falso, truffa e appropriazione indebita

I truffatori, con l’aiuto del messo di Equitalia, avrebbero sottratto quasi due milioni di euro all’erario tra il 2010 e il 2014. Le accuse comprendevano anche falso, ricettazione e associazione per delinquere con l’aggravante di aver causato un danno di rilevante entità commettendo il reato con abuso di prestazione d’opera. Gli imputati erano difesi dagli avvocati Cellini e Del Monte.

Un sistema per sottrarre denaro all’erario

Secondo quanto emerso dalle indagini, l’IVA e i contributi INPS, anziché essere versati nelle casse dello Stato, venivano dirottati direttamente sui conti correnti dei commercialisti incaricati dei versamenti. Questo comportamento si è protratto nel tempo, danneggiando numerosi contribuenti che hanno scoperto, grazie all’intervento delle Fiamme Gialle, che i soldi consegnati ai commercialisti non venivano versati all’erario.

Per rassicurare i loro clienti, i commercialisti avevano bisogno della complicità di un impiegato in pensione dal 2008 di Equitalia spa. Quest’ultimo, avendo a disposizione la cartella esattoriale da notificare al contribuente per il pignoramento dei beni, la consegnava allo studio professionale, tenendo all’oscuro il cliente di quanto stava accadendo.

Circa cinquanta persone fisiche, ditte individuali e società a responsabilità limitata sono state coinvolte in questo sistema fraudolento messo in atto dai commercialisti. Il caso ha avuto un’ampia eco mediatica, tanto che la trasmissione televisiva “Le Iene” ne ha parlato nel 2013, raccontando le storie di alcune famiglie di artigiani che sono state rovinate dalla condotta illecita dei commercialisti di Terracina.

Ora, a causa della prescrizione, tutti gli imputati sono stati prosciolti e il processo è giunto alla sua conclusione.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *