Operazione antidroga a Anzio e Nettuno

Operazione Antidroga A Anzio E Operazione Antidroga A Anzio E
Operazione antidroga a Anzio e Nettuno - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 11 Luglio 2024 by Laura Rossi

All’alba del 10 luglio, un’operazione congiunta della Polizia Ferroviaria e della Questura di Roma ha portato all’arresto di 5 persone e a numerose perquisizioni in zona Anzio e Nettuno.

Indagine sulla stazione di Lido di Lavinio

Nel 2023, la Polizia Ferroviaria del Lazio ha ricevuto segnalazioni riguardanti attività di spaccio presso la stazione FS di Lido di Lavinio. Attraverso indagini e videosorveglianza, è emersa la presenza di uno spaccio gestito da stranieri provenienti dal Maghreb.

Attività investigativa e arresti

Dopo l’arresto di un cittadino extracomunitario per spaccio, sono state avviate operazioni di controllo redilate ad approfondire l’attività criminale. Ulteriori indagini hanno portato all’individuazione di uno stabile utilizzato come deposito di droga e luogo di spaccio.

Sequestro di sostanze stupefacenti

Le indagini hanno permesso di individuare un magazzino utilizzato come deposito e confezionamento di droga. In seguito all’arresto di un cittadino maghrebino, sono stati sequestrati hashish, marijuana e cocaina di vario peso.

Ampliamento delle indagini e ulteriori arresti

Successivamente, numerosi “pusher” di origine maghrebina sono stati arrestati nella zona circostante alla stazione. Grazie a una perquisizione accurata, sono stati rinvenuti e sequestrati quantitativi consistenti di sostanze stupefacenti.

Ordinanze di misura cautelare

Come risultato delle investigazioni, sono state emesse 5 ordinanze di misura cautelare restrittiva nei confronti dei responsabili delle attività illegali. L’indagine ha evidenziato la gravità dei fatti e la pericolosità dei soggetti coinvolti.

Il lavoro svolto dalla Polizia Ferroviaria del Lazio ha permesso di contrastare con successo l’attività di spaccio nella stazione di Lido di Lavinio. Le indagini in corso continuano a portare a ulteriori arresti e sequestri, dimostrando l’impegno delle forze dell’ordine nella lotta al crimine.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *