Ondata di Colpi ai Bancomat: Furti con la “Tecnica della Marmotta” nel Canavese e nel Torinese

Ondata Di Colpi Ai Bancomat: Furti Con La “Tecnica Della Marmotta” Nel Canavese E Nel Torinese Ondata Di Colpi Ai Bancomat: Furti Con La “Tecnica Della Marmotta” Nel Canavese E Nel Torinese
Ondata di Colpi ai Bancomat: Furti con la “Tecnica della Marmotta” nel Canavese e nel Torinese - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 3 Luglio 2024 by Donatella Ercolano

Nella notte scorsa, un ennesimo raid criminale ha colpito il Canavese, con ladri che hanno fatto esplodere lo sportello di un bancomat a Barbania e si sono dati alla fuga con una somma ancora da quantificare. Ma i colpi non si sono limitati a questa zona, con un’azione simile segnalata anche a Piossasco, nel Torinese. Gli attacchi agli sportelli si susseguono, dando il via a indagini ancora in corso sul territorio.

Furti nel Canavese e nel Torinese

I malviventi hanno scatenato il panico facendo saltare in aria lo sportello del bancomat a Barbania e compiendo una rapida operazione che ha portato alla sottrazione di denaro in pochissimo tempo. Simili eventi hanno avuto luogo anche a Piossasco, nel Torinese, con un raid contro la Cassa di Risparmio di Savigliano. Le forze dell’ordine sono sulle tracce dei banditi per quantificare l’entità del danno.

Aumento Degli Attacchi agli Sportelli

I furti con la “tecnica della marmotta” stanno diventando sempre più frequenti nel territorio, come dimostrano i recenti casi registrati. Non molto tempo fa, era stata la volta di un’esplosione presso uno sportello automatico della Banca di Asti a Settimo Torinese, con un altro colpo grave avvenuto a San Maurizio Canavese, dove ben 90mila euro erano stati sottratti dall’ufficio postale di via Paolo Tesio. La rapidità e la tecnica impiegata dai ladri caratterizzano questi eventi criminali.

Tecnica della Marmotta: Il Metodo Utilizzato

La tecnica della marmotta, denominazione adottata per il modus operandi di questi criminali, si basa sull’utilizzo di una bomba artigianale dall’aspetto di una marmotta. Questo dispositivo contiene polvere da sparo e una miccia che, una volta acceso, provoca l’esplosione necessaria per aprire gli sportelli degli sportelli automatici. Una volta compiuta l’azione, i ladri si danno alla fuga con il bottino.

Conclusioni Investigative

Le forze dell’ordine sono attivamente impegnate nelle indagini riguardanti i recenti furti agli sportelli, cercando di stabilire se esista un collegamento tra le diverse azioni compiute dalle bande criminali o se si tratti di episodi indipendenti. L’allarme sociale generato da questi eventi criminale rimane alto, con la popolazione in ansia per la spietatezza di questi attacchi alle istituzioni finanziarie presenti sul territorio.

Approfondimenti

    Canavese: Il Canavese è una regione storico-geografica situata nel Piemonte, a nord-ovest di Torino. È una zona con una forte tradizione agricola e industriale, caratterizzata da paesaggi collinari e montuosi. Negli ultimi anni, il Canavese ha visto un aumento dei furti agli sportelli bancomat, come descritto nell’articolo.

    Barbania: Barbania è un comune italiano della città metropolitana di Torino in Piemonte. È stata teatro di un raid criminale in cui è avvenuta l’esplosione di uno sportello bancomat.
    Piossasco: Piossasco è un comune italiano della città metropolitana di Torino, anch’esso coinvolto in un attacco agli sportelli, in particolare presso la Cassa di Risparmio di Savigliano.
    Torinese: Il Torinese è una regione che comprende la città di Torino e la sua area metropolitana. Anche in questa zona si sono verificati furti simili a quelli descritti nell’articolo.
    Cassa di Risparmio di Savigliano: Si tratta di un istituto di credito presente nel Piemonte. È stata presa di mira dai rapinatori insieme ad altri sportelli bancomat.
    Banca di Asti: La Banca di Asti è una banca italiana con sede ad Asti. Un altro sportello di questa banca è stato oggetto di un’esplosione in uno dei furti descritti nell’articolo.
    Settimo Torinese: Settimo Torinese è un comune della città metropolitana di Torino. È il luogo di un altro attacco criminale con l’utilizzo della “tecnica della marmotta” contro uno sportello bancomat.
    San Maurizio Canavese: È un comune situato nel Canavese, coinvolto in uno dei furti descritti nell’articolo.
    Via Paolo Tesio: Una via a San Maurizio Canavese dove è avvenuta una rapina all’ufficio postale, con il furto di una somma consistente.
    Tecnica della Marmotta: Metodo criminale usato dai ladri per fare esplodere gli sportelli bancomat e rubare denaro. Consiste nell’utilizzo di bombe artigianali simili a marmotte che contengono materiali esplosivi.
    Allarme sociale: Si riferisce alla preoccupazione e alla paura diffuse nella popolazione a seguito di eventi criminali come quelli descritti nell’articolo. Questi attacchi alle istituzioni finanziarie creano instabilità e insicurezza tra la gente.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *