Interventi di Selvicoltura per la Prevenzione degli Incendi a Fiumicino

Interventi Di Selvicoltura Per Interventi Di Selvicoltura Per
Interventi di Selvicoltura per la Prevenzione degli Incendi a Fiumicino - Gaeta.it

A Fiumicino, una serie di interventi di selvicoltura mirati alla riduzione del rischio d’incendio nelle aree boscate comunali si svolgerà dal 12 al 14 giugno. Queste operazioni prevedono il taglio, la triturazione e la cippatura della vegetazione erbacea e arbustiva, nonché l’innalzamento della chioma delle piante legnose fino a 5 metri di altezza. Scopriamo il dettaglio di queste azioni necessarie per contrastare il pericolo di incendi che minaccia costantemente il territorio.

Operazioni di Taglio e Triturazione della Vegetazione

Durante gli interventi di selvicoltura a Fiumicino, è prevista l’esecuzione di specifiche operazioni di taglio, triturazione e cippatura della vegetazione erbacea e arbustiva. Queste azioni mirano a ridurre il livello di combustibilità della vegetazione stessa, limitando la sua capacità di propagare incendi sia in senso orizzontale che verticale. In questo modo, si interviene in modo preventivo per proteggere le aree boscate e prevenire danni ambientali dovuti a potenziali incendi.

Innalzamento della Chioma delle Piante Legnose

Un’ulteriore misura prevista negli interventi di selvicoltura a Fiumicino è l’innalzamento della chioma di tutte le piante legnose fino a 5 metri di altezza, includendo rami secchi e vivi. Questa pratica ha lo scopo di limitare la presenza di materiale infiammabile nelle chiome degli alberi, riducendo così la propagazione del fuoco in caso di incendi. Si tratta di un intervento preventivo che punta a rendere le aree boscate meno suscettibili alle conseguenze distruttive degli incendi boschivi.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *