Esplosioni di petardi turbano la quiete di via Nino Costa

Esplosioni Di Petardi Turbano La Quiete Di Via Nino Costa Esplosioni Di Petardi Turbano La Quiete Di Via Nino Costa
Esplosioni di petardi turbano la quiete di via Nino Costa - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 5 Luglio 2024 by Armando Proietti

Preoccupazioni nella comunità

Le detonazioni, presumibilmente destinate a spaventare i piccioni, stanno generando apprensione e fastidio tra i residenti della zona.

Identità sconosciuta dell’autore

Secondo quanto riferito, le esplosioni sarebbero da attribuire a un abitante della via, ma al momento la sua identità rimane avvolta nel mistero.

Testimonianze dai residenti

“Ogni giorno siamo colpiti da queste esplosioni improvvise che ci spaventano e disturbano la quiete,” racconta un residente.

Impatto sui più vulnerabili

La situazione è particolarmente difficile per anziani, bambini e animali domestici, sensibili ai rumori forti che si diffondono in strada.

Inefficacia sul controllo dei piccioni

Nonostante gli sforzi, l’uso dei petardi sembra essere inefficace nel tenere lontani i piccioni che ritornano sul posto poco dopo le esplosioni.

La necessità di interventi regolatori

Secondo le normative locali, l’uso di tali mezzi è vietato nelle aree abitate per preservare la tranquillità pubblica. Tuttavia, via Nino Costa sembra essere un’eccezione a questa regola, sollevando la questione sulla vigilanza delle autorità competenti.

Richiesta di intervento urgente

I residenti chiedono un intervento immediato da parte del Comune di Chivasso per affrontare la problematica attuale. Suggeriscono di adottare metodologie alternative e meno invasive per gestire la presenza dei piccioni senza compromettere la serenità della comunità.

Possibili soluzioni proposte

Tra le soluzioni suggerite vi sono metodi preventivi come:

  1. Reti di protezione: Impedire ai piccioni di posarsi su edifici e balconi attraverso l’installazione di reti adeguate.

  2. Dispositivi ultrasonici: Utilizzare suoni ad alta frequenza per allontanare gli uccelli in modo non invasivo per gli abitanti.

  3. Repellenti visivi: Adottare elementi visivi come aquiloni o nastri riflettenti che spaventano gli uccelli senza recare disturbo all’udito umano.

  4. Trattamenti chimici sostenibili: Applicare sostanze che rendono le superfici poco accoglienti per i piccioni senza compromettere l’ambiente circostante.

Appello alla collaborazione

“Manteniamo la speranza che il Comune ascolti le nostre richieste e agisca tempestivamente per porre fine a questa problematica. Non possiamo vivere nell’incertezza di queste esplosioni continue,” conclude un cittadino.

In attesa di un intervento risolutivo da parte delle autorità locali, i residenti continuano a unire le forze per garantirsi un ambiente abitativo più tranquillo e sicuro.

Approfondimenti

    Piccioni: Gli uccelli piccioni sono comuni in molte città e spesso possono diventare una piaga, specialmente quando si radunano in grandi numeri creando sporcizia e danneggiando edifici con le loro feci. Possono essere gestiti in modo umano e sostenibile attraverso varie metodologie non invasive.

    Comune di Chivasso: Il Comune di Chivasso è un ente locale italiano situato in provincia di Torino, in Piemonte. Ha il compito di gestire i servizi pubblici e il territorio comunale, inclusi questioni come sicurezza, ambiente, urbanistica e benessere dei cittadini.
    Via Nino Costa: Si tratta di una strada specifica all’interno del Comune di Chivasso, dove si è verificata la problematica descritta nell’articolo.
    Normative locali: Le normative locali si riferiscono alle leggi e ai regolamenti specifici che regolano comportamenti e attività all’interno di un determinato Comune o regione.
    Reti di protezione: Le reti di protezione sono un metodo efficace per impedire ai piccioni di posarsi su edifici o spazi dove non sono desiderati, senza causare danni agli uccelli.
    Dispositivi ultrasonici: I dispositivi ultrasonici emettono suoni ad alta frequenza che disturbano i piccioni senza recare fastidio agli esseri umani, offrendo un modo non invasivo per allontanare gli uccelli.
    Repellenti visivi: Gli repellenti visivi come aquiloni o nastri riflettenti sono utilizzati per spaventare gli uccelli senza disturbare l’udito umano, offrendo un’alternativa visiva per proteggere edifici e spazi esterni.
    Trattamenti chimici sostenibili: Questi trattamenti prevedono l’uso di sostanze specifiche che rendono le superfici poco accoglienti per i piccioni senza danneggiare l’ambiente circostante, offrendo un’opzione sostenibile per gestire la presenza degli uccelli.
    Intervento delle autorità locali: L’appello dei residenti all’intervento del Comune di Chivasso sottolinea l’importanza del coinvolgimento delle autorità locali nel risolvere le problematiche che influenzano la comunità. La collaborazione tra residenti e autorità può portare a soluzioni efficaci e durature.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *