Due uomini arrestati dopo inseguimento a Poggioreale

Due Uomini Arrestati Dopo Inseguimento A Poggioreale Due Uomini Arrestati Dopo Inseguimento A Poggioreale
Due uomini arrestati dopo inseguimento a Poggioreale - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 6 Luglio 2024 by Armando Proietti

Nel contesto di una normale operazione di controllo del territorio, è scattato l’arresto di due individui da parte degli agenti del Commissariato di Polizia ‘Poggioreale’. I due uomini, rispettivamente di 35 e 26 anni e residenti in loco, sono stati accusati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e porto illegale di arma da fuoco.

Inizio dell’inseguimento a Poggioreale

La vicenda si è svolta la scorsa sera, quando una pattuglia del Commissariato ha richiesto l’arresto di un’auto che viaggiava ad alta velocità lungo via Repubbliche Marinare, nel quartiere di Poggioreale.

Inseguiti fino a Barra

Invece di fermarsi, i due occupanti del veicolo hanno optato per un’accelerazione improvvisa, dando avvio a un inseguimento per le strade del quartiere che si è protratto fino a Barra.

La fine della fuga

La spericolata fuga è giunta al termine in via Taverna Casa Vecchia a Barra, quando l’auto dei fuggitivi ha colliso con quella della Polizia. Durante l’inseguimento, i due sospettati hanno non solo ripetutamente urtato l’auto della polizia, ma hanno anche gettato una pistola dal finestrino, un revolver Smith&Wesson calibro 38, successivamente recuperato e sequestrato dagli agenti.

Arresto e conseguenze

Gli agenti sono intervenuti prontamente per arrestare i due uomini che, dopo un breve tentativo di fuga, sono stati fermati e condotti al Commissariato. Durante l’arresto, un agente ha riportato ferite lievi che richiederanno una settimana di cure. I due arrestati, già con precedenti penali, sono stati posti in detenzione preventiva su ordine della Procura di Napoli, in attesa del trasferimento al carcere di Poggioreale.

Approfondimenti

    1. Commissariato di Polizia ‘Poggioreale’: Il Commissariato di Polizia ‘Poggioreale’ è un’istituzione di polizia italiana responsabile per il controllo e la sicurezza nella zona di Poggioreale a Napoli. Svolge compiti di vigilanza, prevenzione e repressione di reati sul territorio di competenza.

    2. Resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e porto illegale di arma da fuoco: Questi sono reati per i quali sono stati accusati i due individui arrestati. La resistenza a pubblico ufficiale consiste nel rifiuto di sottostare agli ordini delle forze dell’ordine, le lesioni personali riguardano il provocare danni fisici a un’altra persona, mentre il porto illegale di arma da fuoco indica il possesso di armi non regolarmente autorizzate.
    3. Via Repubbliche Marinare e Barra: Via Repubbliche Marinare è una strada nel quartiere di Poggioreale a Napoli. Barra è un altro quartiere della città. Questi luoghi sono stati teatro dell’inseguimento tra i due sospettati e la polizia.
    4. Via Taverna Casa Vecchia: È la via in cui è terminato l’inseguimento e si è svolto l’arresto dei due individui. Si trova a Barra, Napoli.
    5. Revolver Smith&Wesson calibro 38: Si tratta di un tipo di arma da fuoco prodotta dall’azienda statunitense Smith & Wesson. Il calibro 38 è il diametro del proiettile utilizzato nell’arma.
    6. Procura di Napoli: La Procura di Napoli è l’ufficio del Ministero Pubblico che si occupa di indagare sui reati commessi nel territorio di Napoli e di perseguire i responsabili davanti alla legge.
    7. Carcere di Poggioreale: È un carcere situato a Napoli, noto per la sua storia e la sua rilevanza nel sistema carcerario italiano. È stato costruito nel XIX secolo e ha ospitato diversi detenuti celebri nel corso degli anni.
    Questi sono i principali elementi e luoghi menzionati nell’articolo, che si collegano agli eventi legati all’arresto dei due individui a Napoli.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *