Disordini e incendio sconvolgono il carcere minorile Beccaria di Milano

Disordini E Incendio Sconvolgono Il Carcere Minorile Beccaria Di Milano Disordini E Incendio Sconvolgono Il Carcere Minorile Beccaria Di Milano
Disordini e incendio sconvolgono il carcere minorile Beccaria di Milano - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 8 Luglio 2024 by Armando Proietti

Nella notte scorsa, il carcere minorile Beccaria di Milano è stato teatro di momenti di tensione e pericolo. Un incendio è divampato in una cella al secondo piano dell’istituto, portando ad una situazione di estrema pericolo. Aldo di Giacomo, segretario generale del sindacato di polizia penitenziaria, ha reso nota la vicenda, sottolineando la gravità dell’accaduto. Solo l’intervento celere dei vigili del fuoco ha permesso di domare le fiamme e evitare una tragedia imminente. Due colleghi sono stati trasportati in codice verde grazie alle autoambulanze intervenute sul luogo.

Tensione in aumento: incendi in diversi istituti minorili

La situazione di tensione negli istituti penali per minorenni in Italia appare in crescita, con una serie di incendi che si sono verificati in tempi ravvicinati. La strategia dietro questi atti vandalici sembra essere coordinata, con tre incendi in 12 ore in istituti minorili diversi a Roma, Nisida e Milano. A Casal del Marmo , una rissa scoppiata tra i giovani detenuti ha innescato una catena di eventi che hanno portato al caos. Gli agenti penitenziari hanno faticosamente ripristinato l’ordine, chiedendo supporto alla polizia di Stato. Tuttavia, nonostante il loro arrivo nei pressi del carcere, non è stato necessario il loro intervento fisico, rimanendo pronti a intervenire all’esterno dell’istituto.

Dati allarmanti sul sistema penale minorile italiano

Attualmente sono 555 i giovani reclusi negli istituti penali per minorenni in Italia, di cui una percentuale significativa corrisponde ai minori stranieri non accompagnati. Questi numeri evidenziano la complessità e la criticità del sistema penale minorile italiano, sottolineando la necessità di rafforzare le misure di prevenzione e controllo per evitare situazioni di emergenza come quella verificatasi a Beccaria.

La cronaca di questa notte tumultuosa nei penitenziari minorili italiani mette in luce la fragilità e la tensione che caratterizzano questi contesti, evidenziando la necessità di interventi tempestivi e risolutivi per garantire la sicurezza e il benessere dei giovani detenuti e degli operatori che vi lavorano.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *