Emergenza idrica a Capri: turisti autorizzati a sbarcare

Emergenza Idrica A Capri Turi 2 Emergenza Idrica A Capri Turi 2
Emergenza idrica a Capri: turisti autorizzati a sbarcare - Gaeta.it

Ultimo aggiornamento il 22 Giugno 2024 by Donatella Ercolano

La situazione a Capri: soluzioni in vista

La Federalberghi di Capri rassicura i turisti

La Federalberghi di Capri: un messaggio importante

A seguito dell’emergenza idrica che ha colpito l’isola, la Federalberghi di Capri ha annunciato un’importante novità. Il presidente Lorenzo Coppola ha comunicato che i turisti che hanno prenotato nelle strutture ricettive possono finalmente sbarcare sull’isola. Questa decisione è stata possibile grazie alla nuova ordinanza emessa ai sindaci di Capri e Anacapri, Paolo Falco e Franco Cerrotta. Questo permetterà ai visitatori di raggiungere l’isola nonostante la situazione riguardante la mancanza d’acqua, che si sta gradualmente risolvendo.

Una situazione complicata che si sta sbloccando

L’ordinanza del sindaco di Capri che vietava l’accesso all’isola è stata revocata

La mattina precedente, il sindaco di Capri aveva emanato un’ordinanza che impediva l’ingresso a chiunque, ad eccezione dei residenti. Tuttavia, grazie all’intervento della Federalberghi di Capri, questa decisione è stata modificata. Ora, a partire dalle 15 di oggi, i turisti possono finalmente sbarcare sull’isola, permettendo così una riapertura graduale dei trasporti. Nonostante la mancanza d’acqua persista, ci sono segnali positivi, come i primi serbatoi a Marina Grande che si stanno riempiendo. Si prevede un ritorno alla normalità nell’erogazione idrica nelle prossime ore.

La situazione delle strutture ricettive a Capri

L’offerta ricettiva dell’isola conta su oltre 6.500 posti letto, distribuiti tra 58 alberghi e numerosi B&B. Prima dell’emergenza idrica, l’occupazione si attestava tra il 90% e il 95%. La Federalberghi di Capri confida nel ripristino completo dei servizi nonostante le difficoltà attuali legate alla mancanza d’acqua.

Approfondimenti

    Nel testo è trattata la situazione di emergenza idrica sull’isola di Capri, con particolare riferimento alle misure adottate dalla Federalberghi di Capri e ai provvedimenti dei sindaci Paolo Falco e Franco Cerrotta per gestire la crisi e consentire ai turisti di raggiungere l’isola nonostante la carenza di acqua.

    Capri: è un’isola situata nel Golfo di Napoli, celebre per la sua bellezza paesaggistica, le grotte marine e i resti archeologici. È una meta turistica di prestigio internazionale.

    Federalberghi di Capri: l’ente rappresentativo degli albergatori e delle strutture ricettive dell’isola, che si è fatto promotore di iniziative per risolvere l’emergenza idrica e garantire la continuità del turismo.

    Lorenzo Coppola: il presidente della Federalberghi di Capri, figura chiave nel comunicare le decisioni prese per far fronte alla situazione di emergenza.

    Paolo Falco e Franco Cerrotta: i sindaci rispettivamente di Capri e Anacapri, che hanno emesso ordinanze per gestire l’accesso all’isola durante l’emergenza.

    Marina Grande: è il principale porto di Capri, fondamentale punto di attracco per i traghetti che collegano l’isola alla terraferma. La menzione dei primi serbatoi a Marina Grande che si riempiono indica un miglioramento nella situazione idrica.

    La decisione di revocare l’ordinanza che vietava l’accesso all’isola ai turisti è stata accolta positivamente, poiché permette una graduale riapertura dei trasporti e segna un passo importante verso il ritorno alla normalità.

    Infine, viene evidenziata l’importanza del settore ricettivo per l’economia di Capri, con oltre 6.500 posti letto tra alberghi e B&B. Nonostante le difficoltà dovute alla mancanza d’acqua, si confida nel ripristino completo dei servizi per mantenere alto il livello di accoglienza per i visitatori dell’isola.

Add a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *